I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

C Regionale Finals: comunicato stampa del Presidente dell'Aesis Jesi, Walter Lardinelli

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/24-05-2013/c-regionale-finals-comunicato-stampa-del-presidente-dell-aesis-jesi-walter-lardinelli-270.jpg

In merito agli accadimenti di gara 4 dei playoff disputatati mercoledì scorso al PalaTriccoli di Jesi, seppur deprecando qualsiasi atteggiamento antisportivo commesso nel corso del match dal pubblico - tra l'altro sanzionato dal giudice sportivo con 3 giornate di squalifica all'impianto di gioco e un'ammenda di euro 180,00 decisione verso la quale non presenteremo ricorso - dimostratosi in passato sempre civile, competente nonché appassionato,

PRECISIAMO

che il nervosisimo generatosi è stato causato in toto dal gesto vile e violento commesso a gioco fermo da un giocatore del Loreto Pesaro nei confronti di un nostro tesserato (tra l'altro recatosi ieri al pronto soccorso per farsi visitare al volto dov'è stato colpito nell'occasione ora citata!) che ha portato gli arbitri a sanzionare il tutto con fallo antisportivo.

Ponendo l'attenzione sul fatto che non ci piaccia che sia lo staff tecnico che dirigenziale del Loreto Pesaro abbia deciso di giocare sulle intemperanze del pubblico jesino (tra l'altro, come si legge nel comunicato diramato dal giudice sportivo a sanzionare quanto accaduto, "commessa da individuo isolato") presto sopitesi e che non hanno portato ad alcun danno per i tesserati della squadra ospite, per giustificare una sconfitta che non va certo attribuita come si vuol fare intendere: "al fatto che gli arbitri siano stati condizionati dal pubblico che ha aggredito i pochi pesaresi presenti e addirittura aggredito la panchina del Loreto portando alla sospensione della partita per 10 minuti con conseguente intervento delle forze dell'ordine" cosa non corrispondente alla realtà dei fatti,

ATTESTIAMO

che al momento degli accadimenti mancavano poco più di 5 minuti alla fine della partita e l'Aesis 98 era avanti di 10 punti con la palla in mano e la gara volgeva verso una probabile vittoria dei padroni di cosa come, del resto, accaduto già in gara 2 quando il match (senza che si verificasse alcuna intemperanza) terminò 78-63 per i locali; l'interruzione ha fatto sì che il Loreto Pesaro (squadra senza dubbio più esperta della nostra!) riprendesse in mano l'inerzia dell'incontro portandosi a ribaltarne l'esito per poi uscirne sconfitta in un finale giocato punto a punto come se ne vedono tanti nel corso della stagione e a qualsiasi livello agonistico.

Per cui, affermato che è doveroso dissociarsi da qualsiasi atteggiamento tenuto dal pubblico non consono all'avvenimento sportivo,

RIBADIAMO

la necesstià che gli addetti ai lavori tutti dimostrino:
- sia dentro che fuori del campo rispetto verso chi ha meritatamente vinto la gara come, del resto, fatto dalla nostra squadra nelle due gare perse in quel di Pesaro;
- massima sportività non commettendo falli violenti e non tenendo atteggiamenti minacciosi una volta accorsisi di non aver risorse fisiche e tecniche per poter vincere, come ripetutamente fatto proprio da un tesserato del Loreto Pesaro mercoledì scorso.

Ci auguriamo che domenica vinca la squadra che ha giocato meglio come, del resto, accaduto finora!

Il presidente dell'Aesis 98 Jesi
Walter Lardinelli


Social

Ti potrebbe interessare anche:

Comunicazioni

SERIE D

 

AGGIORNATO E COMPLETATO

 

LO SCOUT DELLA STAGIONE 2016/2017

  

clicca qui