I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

SERIE C: Playoff in salita

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/14-05-2018/serie-c-playoff-in-salita-600.jpg

Pass Roma 91: Arbaci, Cianci G. 20, De Santis, Lo Basso 15, Perna 8, Franceschina F., Scagliarini, Grisanti 17, Procaccio F. 23, Cianci P. 8, Di Giovanni, Provaroni. All. Franceschina S.. Ass. A. Monnanni
Nova Basket Ciampino 71: Andreassi, Giachè 2, Pierantoni 6, Attianese 10, Sciaudone, Martucci 8, Gori 3, Cara 8, Tshisol 4, Vallario 2, Tebaldi 28, Angelini. All. Dragone. Ass.A. Gabrielli

Il Pass Roma si aggiudica meritatamente gara 1 della semifinale play-off. Il punteggio finale è assai simile a quello fatto registrare nella gara d’andata della Fase promozione e nonostante le due squadre abbiano messo a segno l’identico numero di triple (15 contro 4), la storia della partita è stata, però, tutt’altro.
I padroni di casa hanno imposto il loro gioco per tutta la gara, tirando con grande precisione e limitando efficacemente l’attacco avversario. Della Nova, a parte la volontà e l’impegno, si è visto poco e solo a tratti.
Gli amaranto non sono riusciti a negare ai romani tiri buoni dalla distanza, né con difesa schierata, né in transizione, anche se, in qualche caso, va dato grande merito ai tiratori. Resta comunque l’impressione che una difesa più reattiva avrebbe potuto fare molto meglio, soprattutto sulle seconde e terze palle, inevitabilmente finalizzate poi dal Pass. In attacco, invece, i castellani hanno avuto ragione della buona opposizione avversaria solo quando sono riusciti a giocare in velocità e grazie ad iniziative individuali.
La Nova parte con Attianese, Gori, Tebaldi, Vallario ed il rientrato Cara. Dopo neanche 15 secondi il Pass presenta il suo biglietto da visita con Grisanti, che realizza da oltre l’arco dall’angolo di destra, mentre i primi 2 punti amaranto provengono dalla lunetta con Tebaldi (5-2 al 1° minuto). I padroni di casa realizzano ancora dalla distanza con Lo Basso, ma gli ospiti, facendo ben sperare il proprio seguito sugli spalti, rispondono con la stessa moneta prima con Attianese e poi con Cara (10-11 a metà periodo). E’ però solo un momento di transito. Infatti, nonostante Cara metta a segno anche il suo 8° ed ultimo punto della partita, altre 3 triple (Procaccio e Grisanti) e 3 liberi di Grisanti per un fallo subito al tiro da oltre l’arco, portano decisamente avanti i padroni di casa che oltrepassano poi la doppia cifra di vantaggio con un contropiede di Procaccio (24-13 a - 3’ e 30”). La Nova prova a scuotersi e riesce a fermare la cavalcata dei bianchi di casa andando al primo riposo sul punteggio di 28 a 19.
In apertura di frazione Pierantoni intercetta palla in difesa ed accorcia in contropiede. Sul ribaltamento di fronte, Lo Basso recupera una palla vagante oltre l’arco ed indisturbato fa centro; poi Arbaci penetra e scarica nell’angolo ancora per Lo Basso che si ripete e su una transizione nata da un rimbalzo sul ferro, Grisanti completa il break di 9-0 per il parziale di 37 a 21 a poco più di 3’ di gioco. Ancora una volta la Nova si scuote e risponde, a sua volta, con un parziale di 0-7, con 5 punti di Tebaldi (da oltre l’arco ed in contropiede, ben lanciato da Pierantoni) e con un buon canestro di Martucci, che batte da sotto il proprio avversario (37-28 al 6° minuto). E’ ancora da oltre l’arco, però, che nell’azione successiva, il Pass riguadagna la doppia cifra di vantaggio, questa volta con Ciani, il quale poi va ancora a segno, a rimbalzo, approfittando di una dormita generale della difesa avversaria (42-28 -3’ 30”). La Nova lamenta qualche dubbia decisione arbitrale e, purtroppo, si innervosisce. Coach Dragone rimedia un tecnico, mentre i padroni di casa ne approfittano, allungando fino a +18, ridotto poi nell’ultimo minuto da Attianese in penetrazione e da Martucci dalla lunetta (finale di 1° tempo 50-36).
L’avvio del 2° tempo non presenta novità sul tema della partita. La Nova non sembra aver ritrovato serenità e spreca qualche palla con improbabili soluzioni al tiro. Dopo oltre 2’ di gioco, Tebaldi finalizza una buona azione corale (55-40); Tshisol si libera bene del suo avversario e realizza da sotto. Poi ancora Tebaldi dalla lunetta e poi Pierantoni, in transizione, accorciano a -10 (55-45 dopo 4’ di gioco), inducendo coach Franceschina al time-out. Il Pass ritorna a far viaggiare bene la palla e anche se ora è meno preciso al tiro, si procura extrapossessi. Su uno di questi Procaccio realizza un gioco da 4 punti, poi è Cianci che prima colpisce ancora dalla distanza e dopo penetra indisturbato nella difesa amaranto per il 64 a 47 a -3’ e 30” dall’ultimo riposo. Dopo neanche 1’ gli amaranto si lamentano ancora per un presunto errore arbitrale, commettono un fallo di nervosismo e viene attribuito un fallo tecnico alla panchina per proteste. Procaccio non sbaglia dalla lunetta ed aumenta il vantaggio dei suoi a +20, intorno al quale si giocherà il resto dell’incontro, senza nessun’altra nota d’interesse.

Sergio Basile

Vai allo scout generale della stagione 


Social

Ti potrebbe interessare anche:

SERIE C: Peccato!!!
18/05/2018 - 17:01

SERIE C: Vincere è possibile
17/05/2018 - 10:59

SERIE C: La Nova ci crede
12/05/2018 - 12:49

SERIE C: La vigilia dei nostri "ragazzi"
11/05/2018 - 13:23

SERIE C: La Nova chiude al sesto posto
07/05/2018 - 15:41

SERIE C: Verso i play-ooff
05/05/2018 - 14:12

SERIE C: La Nova tra le migliori otto
30/04/2018 - 11:21

SERIE C: Punti play-off
28/04/2018 - 15:48

Comunicazioni