I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

SERIE D: La Nova resta 1^ in classifica

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/20-03-2017/serie-nova-resta-classifica-600.jpg

Nova Basket Ciampino 73: Attianese 6, Basile 9, Sciaudone 2, Barcaroli, Martucci 9, Gori 2, Pistorio 10, Tshisol 9, Pichini, Vallario 3, Tebaldi 12, Angelini 11. All. Dragone, A.all. Mazzoni
Montesacro 61: Sacco 2, Paone 4, Martini 9, Stefanuto 10, Pinna 5, Polo 7, Di Lernia 10, Moruzzi 4, Evangelista 3, Fierro 2, Gasponi 4. All. Mautone A.all. Di Lernia.
La Nova Basket conquista la 4^ vittoria nella Fase promozione, l'11^ stagionale consecutiva, e si conferma solitaria in testa alla classifica, distanziando di 4 lunghezze le immediate inseguitrici.
Sono sufficienti 2 quarti, il 1° ed il 3°, giocati da Nova, per aver ragione di un generoso Montesacro, ed aggiudicarsi la posta in palio, in verità mai in discussione (22-5 al primo intervallo). Dopo un parziale rientro dei romani (39-29 a fine 1° tempo), i padroni di casa ritornano a giocare di squadra. Si aiutano in difesa e girano velocemente la palla in attacco, costruendo azioni da applausi.
Dopo poco più di 1’ dell’ultima frazione il divario è di +28 (66-38) e l’allenatore amaranto dà ampio spazio a tutti. Il vantaggio si mantiene sopra le 2 decine fino a 3’ dal termine (73-49), dopo il quale la Nova sbaglia tanto e non segna più, concedendo agli orgogliosi ospiti un parziale di 0-12 che mitiga la sconfitta.

In un Palazzetto non affollatissimo come ci si aspettava, coach Dragone inizia con un primo quintetto inedito, schierando da subito Angelini, insieme a Basile, Gori, Pistorio e Tebaldi, probabilmente per contrastare la fisicità avversaria.
La scelta è vincente ed il centro castellano si rivela subito protagonista, risultando il terminale di belle azioni (8 punti nel quarto), ma soprattutto padrone nei rimbalzi. La Nova parte ad uomo, ma la difesa concede qualche tiro di troppo agli avversari, comunque imprecisi, e dopo qualche minuto si schiera a zona. I padroni di casa giocano in velocità e vanno a canestro agevolmente, pur non capitalizzando adeguatamente la loro superiorità (10-5 dopo 6’).
Poi 3 assist di Basile mandano a canestro Pistorio (2 triple) ed Angelini per il primo allungo, completato da 2 canestri a rimbalzo, sempre di Angelini e Tshisol.
La seconda frazione inizia con due buone iniziative di Pistorio, che però portano un solo punto di Tshisol dalla lunetta, con il Montesacro schierato a zona 2-3. Le rotazioni in campo amaranto creano qualche problema di continuità e la Nova comincia a cercare soluzioni individuali piuttosto che attaccare coralmente la zona (7 triple, tutte sbagliate, nel quarto).
Con Angelini in panchina, la difesa del Montesacro ha buon gioco nei rimbalzi difensivi che trasforma in veloci transizioni e comincia a risalire la china con canestri di Martini, Pinna e Di Lernia (31-20 dopo 6’), costringendo Dragone al time-out. La squadra castellana fa fatica a ritrovare il gioco e si tiene a galla con veloci azioni di contropiede di Attianese e Tebaldi.
A 2’ dall’intervallo lungo gli ospiti portano lo svantaggio sotto la doppia cifra (35-26) con una tripla di Polo che buca la zona di casa, ma Tebaldi prima manda a canestro Basile e poi si va a prendere 2 punti in penetrazione. Gli ospiti sfruttano ancora con Gasponi e Di Lernia una difesa distratta ed accorciano per il finale di 1° tempo (39-29).

Alla ripresa la Nova si ripresenta con la difesa ad uomo e, quantunque dopo 2’ Martini da oltre l’arco riporti il divario a -9 (41-32), appare più determinata in difesa e più brillante in attacco.
L’impressione fa presto a concretizzarsi: Tebaldi ruba palla e realizza; Martucci, servito sul limite della campana, batte il suo difensore e lo imita per 2 volte; la difesa intercetta e manda in contropiede Tebaldi, poi Pistorio ricambia l’assist a Basile che mette a segno la tripla del 52-34, costringendo coach Mautone al time-out. Quando la Nova gioca di squadra, però, è difficile fermarla.
Le belle azioni si susseguono con tutti i giocatori in campo che si alternano da protagonisti, come dimostra l’ampia distribuzione dei punti messi a segno. All’ultimo intervallo il punteggio è di 63-38, che Angelini incrementerà ulteriormente con un gioco da 3 punti dopo 1’ dalla ripresa.
A risultato acquisito, Dragone dà spazio a tutti. La partita ha perso l’interesse del risultato, ma si mantiene comunque viva. La Nova controlla agevolmente, mantenendo il proprio vantaggio oltre i 20 punti, finché l’allenatore amaranto non richiama in panchina anche Attianese, quando mancano poco meno di 4’ alla sirena (71-49).
Da parte dei padroni di casa c’è da registrare gli ultimi punti di Tshisol a -3’, poi tanto individualismo e poche idee. I tentativi d’attacco castellani s’infrangono regolarmente contro l’attenta difesa della squadra romana, brava poi a realizzare in veloci transizioni.

Sergio Basile

Vai allo scout della partita

Vai alle foto della partita

 


Social

Comunicazioni

Per ordinare il Kit Abbigliamento Sportivo

cliccare sul logo