I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

SERIE D: LA NOVA VA

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/19-12-2016/serie-nova-600.jpg

UISP XVIII 55: De Lucia 2, Marchegiani 3, Scascitelli 29, Sattolo 15, Raiola 5, Sgnaolin 1, Maugeri, Stenbock, Buonocore, Malospiriti. All. Pasqualitti

Nova Basket Ciampino 70: Giachè 6, Basile, Sciaudone 4, Barcaroli, Martucci 13, Vento, Gori 6, Tshisol 4, Pichini 3, Vallario 7, Tebaldi 27, Angelini. All. Dragone. A.all. Fantini-Mazzoni

La Nova non sbaglia e conquista la posta in palio battendo l’UISP XVIII in una partita decisamente non bella, soprattutto nella seconda parte, con tanti errori da ambo le parti. La Nova non entusiasma e gioca a folate, forte delle proprie individualità, ma basta per aver ragione della generosa squadra di casa. I castellani partono con Basile, Gori, Martucci, Tebaldi e Vallario. Nel 1° tempo l’UISP gioca meglio, con una buona circolazione di palla, ma capitalizza meno di quanto potrebbe, riuscendo comunque ad andare al primo intervallo in parità con un break di 9-0 maturato negli ultimi minuti. Dall’altra parte gli amaranto, dopo un inizio promettente con belle giocate finalizzate da Martucci e Vallario, soffrono l’aggressiva marcatura avversaria, fanno viaggiare poco la palla e non trovano più soluzioni di squadra. Ma è all’avvio della seconda frazione di gioco che riescono a spaccare la partita, trascinati dall’ottimo Tebaldi, suoi i primi 13 punti di quarto, giocando veloci transizioni e contropiedi. Così, dopo 4 minuti, un contropiede di Sciaudone porta il vantaggio ospite a + 14 (23-37), non prima che Tebaldi avesse realizzato la sua seconda tripla. Scascitelli e compagni reagiscono con caparbietà, mentre la Nova sembra quasi paga, e con un altro break di 9 a 0 si riportano a -5 (32-37) a 3 minuti dall’intervallo lungo, al quale, però, le 2 squadre arriveranno separate da 9 punti, dopo i canestri di Pichini e Giachè (33-42). Alla ripresa del gioco un canestro a rimbalzo di Gori riporta definitivamente il vantaggio ospite in doppia cifra, ma la partita diventa meno piacevole. Si sbaglia tantissimo da entrambe le parti, sia al tiro che in fase di costruzione, a danno dello spettacolo e del punteggio (5-9 il parziale di quarto). Nell’ultima frazione di gioco gli amaranto, spronati da coach Dragone nell’intervallo, vanno a segno con Tebaldi, Tshisol e Giachè, raggiungendo il massimo vantaggio dopo 3 minuti (43-61) e rendendo accademico il finale di partita.

Sergio Basile

Vai allo scout della partita

 

 


Social