I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

SERIE D: LA NOVA NON SI FERMA

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/17-10-2016/serie-nova-ferma-600.jpg

Nova Basket Ciampino 86: Calvani, Basile 7, Sciaudone 22, Martucci 21, Vento 2, Gori 4, Pistorio 2, Tshisol 9, Vallario 3, Tebaldi 12, Angelini 4. All. Dragone. A.all. Fantini-Mazzoni

UISP XVIII 59: De Lucia 9, Federici 2, Malospiriti 3, Maugeri 1, Iacoppe 5, Scascitelli 16, Sgnaolin 6, Pecorario 11, Marchegiani 6, Buonocore. All. Pasqualitti. A.all. Giannini

Terzo successo consecutivo della Nova Basket Ciampino che si conferma al 1° posto nella classifica del proprio girone in condivisione con l’Albano, vittorioso su Roma Nord 2012. Non è stata la migliore Nova stagionale, quantunque gli amaranto abbiano conquistato la vittoria con merito, faticando, però, più del dovuto. La UISP XVIII, infatti, ha concluso il 1° quarto in vantaggio 17-18 ed è rimasta in partita fino a quasi tutto il 3° quarto, riuscendo, fino ad allora, a mantenere il divario intorno ai 12 punti. Si comincia con un minuto di silenzio per la scomparsa di Eugenio Rossetti, giovane cestista del Basket Trieste deceduto a seguito di un arresto cardiaco occorso durante un incontro della categoria Under 20, e con Giaché, ancora in condizioni fisiche non ottimali, a sorpresa sugli spalti per un ripensamento dell’ultimora. Coach Dragone allora parte con Calvani, Gori, Martucci, Pistorio e Tebaldi, ma è subito la squadra romana che prende le redini dell’incontro, aggredendo la difesa avversaria con l’attesa velocità e con Scascitelli (9 punti nella prima frazione) e Marchegiani raggiunge il massimo vantaggio dopo 6 minuti (6-14). I padroni di casa, invece, partono con il freno a mano tirato, fanno girare la palla poco e lentamente, affidandosi soprattutto a soluzioni individuali di Martucci e Tebaldi che mantengono a galla la propria squadra. Bisogna aspettare l’8° per vedere finalmente una bella azione amaranto finalizzata da Martucci (11 punti nel 1° quarto) per il 10 a 16. E’ comunque il segnale che la partita potrebbe prendere una strada diversa. La vera svolta avviene però nel 2° quarto dove, dopo 2 minuti di gioco, Dragone ordina una zona difensiva 2-3 che sarà tenuta fino alla fine dell’incontro. I biancoazzurri vanno in difficoltà. Gli amaranto ripiegano velocemente, facendosi trovare già schierati, chiudono bene le maglie difensive e costringono gli ospiti a tiri forzati ed imprecisi. Più volte la prima linea difensiva intercetta e ruba palla avviando veloci contropiedi. Così in meno di 4 minuti la Nova infligge un parziale di 12-0  (8 di Sciaudone sui suoi 12 personali di frazione) che a 2 minuti dal riposo lungo fa 34 a 27. Anche la manovra corale appare finalmente più fluida e con un Tebaldi in crescendo si va al riposo con il punteggio di 41-30. Alla ripresa del gioco il tema dell’incontro rimane immutato, anche se in avvio gli ospiti si portano a -8 lunghezze con un tiro da 3 del play De Lucia (43-35). La Nova non riesce a mettere a segno un break decisivo, ma sembra controllare la gara, mantenendo il divario intorno ai 12 punti, anche perché gli ospiti, in bouns da metà quarto, risultano poco precisi dalla lunetta. Il massimo vantaggio di casa nel quarto arriva proprio sulla sirena finale con un canestro da oltre l’arco di Basile che chiude una bella azione passata da Sciaudone e Tshisol (62-47). All’avvio degli ultimi 10, la Nova sembra premere sull’acceleratore e dopo 2 ‘ 30”, con Tshisol, Sciaudone e Basile, capitalizza belle giocate per il +19 (68-49). Da lì a poco gli ospiti vanno in bonus e, complice qualche leggerezza difensiva dei castellani, accorciano a -15 (70-55), ma è solo una parantesi. Negli 80” secondi successivi 5 punti di Tebaldi (1 gioco da 3) e 4 ancora di Sciaudone mettono di fatto fine alla contesa (79-55), quando mancano 3 minuti e 50 all’ultima sirena.

Sergio Basile

Vai allo scout della partita

 

 


Social

Comunicazioni