I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

LA NOVA SI FERMA AL 9° POSTO

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/26-04-2016/nova-ferma-posto-600.jpg

CINECITTA’ BASKET POLARIS 76: Roncaccia G. 5, Bonafiglia  8, Pisani 23, Mazzeo 4, Iannarilli, Febbi V. 12, Cocaina, Bruni 14, Febbi A. 1, Nania 9, Roncaccia V.. All. Venditti, a. all. Chimenti.
NOVA BASKET CIAMPINO 57: Sileo 2, Calvani 5, Tabbi 2, Giachè 8, Puddu 2, Martucci 8, Gori, Rinaldi 7, Tshisol 10, Vallario 2, Mazzoni 3, Angelini 8. All. Dragone, a. all. Fantini.
La Nova conclude con una sconfitta questa sua prima stagione nel campionato di serie D. Gli amaranto non riescono nell’impresa di riacciuffare l’ultimo posto disponibile per i play-off e si devono accontentare della 9^ posizione in classifica che, comunque, vuol dire assicurarsi la permanenza nella stessa categoria anche per il prossimo anno, senza passare attraverso gli spareggi dei play-out. L’eventuale vittoria a Cinecittà, d’altronde, non sarebbe risultata determinante per gli esiti finali, in quanto la Cavese 93 è uscita vittoriosa dal confronto con il Collefiorito. Eppure i castellani avevano iniziato la gara contro il Basket Polaris con il giusto piglio, come ci auguravamo, facendo ben sperare i propri tifosi sugli spalti. Coach Dragone si affida ad un primo inedito quintetto formato da Calvani, Gori, Martucci, Mazzoni e Puddu. La risposta dei selezionati è più che positiva e si portano subito avanti con 7 punti consecutivi di Martucci (saranno 8 in tutto al termine della partita) e conducono per tutto il quarto senza mai, però, riuscire ad allungare. Infatti, se in attacco la palla gira bene, la difesa concede troppo alla squadra avversaria che rimane indietro per mancanza di precisione al tiro. Così gli amaranto vanno al primo intervallo sopra di soli 2 punti (17-19), dopo che Roncaccia G. ha facilmente bucato per 2 volte la difesa amaranto, rimediando ad una tripla di Calvani (tutti nel 1° quarto i suoi 5 punti). I temi rimangono invariati agli inizi della seconda frazione di gioco e dopo 1 minuto gli amaranto sono nuovamente a +5 (18-23), poi cominciano a commettere delle ingenuità sbagliando facili passaggi o cercando combinazioni avventurose. Così perdono più palle consecutivamente con Tshisol, Vallario, Sileo ed ancora sforando i 24”, inducendo coach Dragone al time-out quando, dopo 4’, il punteggio è sul 23 pari. La Nova però non riesce più ad esprimere il gioco della prima frazione, gioca poco sotto il canestro avversario e rimane permeabile in difesa. I padroni di casa ne approfittano e prendono il sopravvento, portando il proprio vantaggio a +9 (36-27) a meno di 2 minuti dall’intervallo lungo. Finalmente Giachè, dopo un avvio difficile, trova due giocate delle sue ed accorcia, ma un bel canestro di Febbi V., dopo un’ennesima parla persa, questa volta da Rinaldi, fissa il parziale del primo tempo su 38 a 31. Il secondo tempo vede ancora Giachè in evidenza con due bei contropiedi intervallati da una tripla di Pisani; poi ne fallisce un terzo, seguito subito dopo da Gori che sbaglia un facile appoggio. Non così Bruni che porta i romani a +8 (43-35) prima che Pisanini infili altri due tiri consecutivi da oltre l’arco (49-35), complice una difesa approssimativa, nonostante le sollecitazioni del coach. La Nova sente sfuggirle la partita e anziché pazientare per liberare l’uomo al tiro, affretta le conclusioni da fuori con esiti scontati. Così Pisani prima mette la sua quarta tripla e poi ad 1 minuto dall’ultimo intervallo suggella il massimo vantaggio per i suoi (61-41). Quando inizia l’ultimo quarto il tabellone segna 63-44. I contendenti onorano la gara con l’impegno, ma la contesa non ha più niente da dire.

Sergio Basile

 

VAI ALLO SCOUT DELLA PARTITA

 

 


Social