I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

SALVI!!!!

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/04-04-2016/salvi-600.jpg

Nova Basket Ciampino 59: Sileo 2, Calvani 3, Giachè 11, Tabbi 2, Barcaroli 4, Martucci 12, Gori 11, Rinaldi, Tshisol 8, Vallario 4, Mazzoni 2, Angelini ne. All. Dragone, a.all. Fantini
Basket Cavese 93 65: Bona Matteo 19, Leoni 13, Magistri, Capotorto 23, Mattei ne, La Civita 7, Velluti 3, Paladini, Bona Mattia ne, Chialastri. All. Cardarelli
Festa a metà, domenica, per la Nova Basket Ciampino. Il pomeriggio comincia benissimo con i tanti bambini del minibasket sul parquet e la presenza al Palazzetto dell’associazione Onlus “Tressesanta”, con la sua iniziativa di raccolta fondi per costruire un’altalena per disabili, e finisce ancor meglio con la matematica salvezza della rappresentativa di serie D, a seguito della sconfitta del Pegaso sul campo del Roma Nord 2012. Peccato che in mezzo ci sia stata la gara di campionato, proprio di serie D, tra i padroni di casa e la Cavese 93, persa dagli amaranto per 59 a 65: entrambe le squadre ad occupare con 18 punti l’8^ posizione di classifica, l’ultima utile per accedere ai play-off; praticamente uno spareggio. I castellani mancano l’appuntamento, sciupando probabilmente l’occasione di partecipare, da esordienti nella categoria, alla seconda fase del campionato. La partita si decide già nelle battute del primo quarto, giocato in maniera scellerata in fase difensiva e con poche idee dall’altra parte del rettangolo. Così come già accaduto a Borgo Sabotino, sotto per 15 a 2 dopo 4 minuti, e a Guidonia, 16 a 0 al 7° minuto, dopo poco più di 4 minuti del primo quarto i padroni di casa hanno un passivo di 13 lunghezze (2-15). Eppure è un altro quintetto, con il rientro di Giachè e Martucci che vanno a fare compagnia a Sileo, Gori e Vallario. Dall’altra parte gli ospiti, bravi a far girare velocemente la palla, tirano con una percentuale altissima da oltre l’arco, chiudendo il primo mini tempo con il punteggio di 28 a 10, avendo realizzato 7 delle 11 triple che metteranno a segno nell’intero arco della partita. Alla ripresa dei giochi, gli amaranto hanno comunque una buona reazione. Non è la bella squadra ammirata in passato, ma giocando con generosità ed impegno risale lentamente la china. Si aggiudica sia il 2° (17-12) che il 3° quarto (19-12), andando all’ultimo intervallo con uno svantaggio di 6 punti (46-52), quando, dopo poco più di 3 minuti del secondo tempo, una tripla di Martucci li aveva riavvicinati a -3 (39-42). Nell’ultima frazione di gioco gli amaranto danno la sensazione di poter completare la rimonta, creano molte buone occasioni, sprecate per un niente, ma ad 1’ e 50” dal termine riescono comunque a rifarsi sotto con un gioco da 3 di Gori (54-57). Ed è ancora -3 con canestro di Martucci (57-60) a 43” dalla sirena finale, dopo che un suo tiro da oltre l’arco aveva girato in tondo sul cerchio prima di uscire ed aver realizzato solo 1 dei 2 tiri liberi assegnatigli. Finiscono qui le speranze della Nova, con la Cavese che mantiene la necessaria lucidità dalla lunetta nel fallo sistematico, di fronte ad un pubblico accorso numeroso, ma forse poco partecipe nel momento cruciale dell’incontro.

Sergio Basile                                                                          

 

VAI ALLO SCOUT DELLA PARTITA 

La cronaca di Basketincontro.it:

Vittoria fondamentale in chiave play-off per la Cavese che espugna il parquet della Nova Basket Ciampino, a questo punto probabilente fuori dal discorso qualificazione anche per le tante assenze patite in quest'ultima parte di campionato. Un successo costruito principalmente su un primo quarto di percentuali stellari da oltre l'arco, dopo il quale i padroni di casa hanno provato generosamente a risalire la china, ma i prenestini hanno resistito nonostante l'infortunio di Leoni in avvio di ultimo quarto che poteva rappresentare un brutto colpo. Spazio prima della palla a due all'associazione Onlus “Tresessanta”, che tramite la voce della sua presidentessa, spiega il proprio impegno nel costruire un'altalena per i bambini diversamente abili, un'iniziativa che ci sentiamo di premiare a 360° gradi come recita il volantino distribuito sugli spalti piuttosto pieni per questo spareggio play-off. I padroni di casa decidono di non difendere in avvio tant'è che Dragone dopo neanche 2' deve chiamare time-out visto lo 0-10 (triple Velluti e Capotorto) concesso piuttosto facilmente ai prenestini, al rientro i suoi provano a reagire ma i ritmi restano troppo bassi. Cardarelli tra l'altro alterna zona (2-3) e difesa a uomo, con il vantaggio biancoblu che s'incrementa grazie alla terza, quarta e quinta bomba di squadra firmate da Leoni e da Matteo Bona (due), mentre i padroni di casa sono andati a segno per merito della velocità di Giachè. Anche Dragone allora opta per la zona (3-2), bucata da oltre l'arco però anche da La Civita e ancora da Capotorto (8-27) che incrementano il divario e una percentuale mostruosa da tre (7 su 8), dalla parte opposta invece buon avvio del giovane Vallario anche se il divario al primo intervallo resta pressochè invariato. Squadre a zona anche nella seconda frazione, avviata da un 7-0 amaranto targato Martucci e bomba di Calvani che ridà fiato al PalaTarquini, Cave invece sembra in difficoltà e ha perso le percenuali dal campo dei primi 10', Martucci però spreca due canestri da sotto e Capotorto lo punisce con una bomba (9 su 12) da 8 metri allo scadere dei 24”. L'inerzia quindi non si sposta anche se Ciampino ha un ritmo superiore e sfrutta l'impatto dei subentrati (in 9 già a segno), costringendo Cardarelli al time-out dopo aver abbattutto il muro della doppia cifra di svantaggio (27-35) grazie a due transizioni firmate Barcaroli e Sileo. Negli ultimi 2' del primo tempo però Cave ritrova la lucidità soprattutto in difesa tornando a uomo così come gli avversari, in attacco invece ci pensa la decima bomba di squadra realizzata da Matteo Bona (terza personale) a fissare il +13 biancoblu del primo tempo. Difese ancora a uomo in avvio di ripresa, con i padroni di casa che sembrano avere l'inerzia dalla loro grazie alla vivacità di Giachè, nonostante un paio di sciocchezze in fase di impostazione, un gioco da tre punti in contropiede del numero 7 amaranto rintuzza ulteriormente il divario, portato ad un solo possesso (39-42) dalla successiva bomba di Martucci. I prenestini però ritrovano la bussola ancora grazie ad un preziosissimo Matteo Bona, Cardarelli intanto alterna ancora la zona e i suoi riallungano in una fase del match decisamente poco spettacolare, Ciampino infatti si blocca in attacco tentando troppe volte senza successo la soluzione da oltre l'arco. Un antisportivo pericoloso (ma non cattivo) ai danni di Gori da parte di Velluti che si scusa potrebbe riportare l'equilibrio, gli ospiti infatti non segnano più da oltre l'arco mentre Dragone opta per la zone-press e anche per la zona 2-3. Sul -4 però i suoi sprecano tre possessi per riavvicinarsi, dall'altra parte invece Leoni sblocca lo score biancoblu fissando lo scarto sulle 6 lunghezze alla fine del terzo quarto. Nell'ultima frazione Dragone opta per una box and one su Leoni, che subisce una distorsione alla caviglia al volto dopo neanche 3' ed è costretto al forfait, Ciampino intanto è già tornata sul -4 e con questo episodio potrebbe far girare l'inerzia dalla propria parte. Capotorto però mette una bomba pesantissima, i padroni di casa invece ne sbagliano parecchie anche con i piedi per terra con il punteggio che resta a lungo bloccato sul 50-57, complice anche un errore di Giachè in contropiede e uno di Gori sulla linea di fondo. I prenestini invece hanno perso completamente lucidità in attacco viste le rotazioni ridotte ai minimi termini, poi gli amaranto sbloccano lo score per merito della fisicità di Gori, che firma un gioco da tre punti a poco meno di 2' dalla sirena (54-57), riportando i suoi compagni ad un solo possesso di distanza. Sul possesso successivo La Civita fa scattare il bonus amaranto ma segna solo un libero e poi esce per 5 falli, ma Cave resta avanti grazie ad un rush finale del trascinatore Capotorto che segna 5 punti fondamentali, dall'altra parte Martucci è l'ultimo ad arrendersi ma il finale non porta sussulti.

 


Social

Comunicazioni

Per ordinare il Kit Abbigliamento Sportivo

cliccare sul logo