I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

UNDER 15: LA NOVA CI PROVA CON LA STELLA

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/24-02-2016/under-nova-prova-stella-600.jpg

NOVA BASKET CIAMPINO 50: Gargano G. 17, Di Curzio 10, Varisco 10, Carrante 8, Bognanni 2, Gabrielli 2, Carnevali 1. All. Dessì, Litta
STELLA AZZURRA 59
Parziali: 9-17, 8-8, 9-20, 24-14
Come tutte le partite di cartello, quella con la Stella Azzurra non tradisce le aspettative. Si tratta di un recupero, ma questo poco importa. Seconda partita in due giorni ed anche questo poco importa. Partiamo con un piccolo vantaggio: gli ospiti, infatti, si presentano solo in otto. Tra di loro, però, spiccano due individualità tra i 2001 ed un prospetto 2002 già in odore di raduni nazionali.
Proviamo subito con la zona a mettere in difficoltà gli avversari, ma la soluzione funziona poco: andiamo sotto di una decina di punti ed il primo quarto si chiude in favore della Stella. Tattica completamente rovesciata nel secondo quarto, allora. Pressing tutto campo, alziamo i ritmi e mettiamo più veemenza e coraggio su ogni giocata. Risultato positivo, ma fino ad un certo punto: l'impressione è che non approfittiamo dello sbandamento degli avversari e carichiamo di falli qualcuno dei nostri punti di riferimento. Quarto chiuso in parità. Terzo quarto identico al primo. Quando sembra che tutto sia già deciso, ecco il risveglio: zone pressing tutto campo e nuova aggressione. E' quello che non ti aspetti. La Stella vacilla per buona parte dell'ultimo quarto; sprechiamo però molte occasioni per foga e poca esperienza. Il finale non presenta quella zampata che potrebbe portare al sorpasso. Chiudiamo il quarto vincendolo di 10 punti, e questo risulta positivo. Tappa di miglioramento per qualcuno dei nostri. In altri periodi non saremmo qui a lottare per queste partite. Dobbiamo lavorare per crescere a livello di reattività e di tenuta mentale vincente, oltre che di costanza nell'arco delle partite. Siamo, però, sulla buona strada.

Dario Dessì 


Social

Comunicazioni