I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

BATTUTA D'ARRESTO PER LA NOVA

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/13-02-2016/battuta-arresto-nova-600.jpg

PALL. COLLEFERRO 66: A. Pasqualoni 17, Costella n.e., Iadicola 9, Maggi 4, G. Pasqualoni 3, Odigie, Coluzzi 16, Giani 11, Testa 6. All. Avenia
NOVA BASKET CIAMPINO 55: Sileo 10, Calvani 5, Basile n.e., Puddu 2, Barcaroli 2, Gori 9, Lauri 4, Tshisol 8, Pichini 2, Vallario 2, Mazzoni 11, Angelini. All. Dragone, a. all. Fantini
Finisce a Colleferro la striscia positiva della Nova di serie D. Gli amaranto pagano caro la battaglia della scorsa settimana. Con Martucci e Giachè in tribuna, infortunatisi contro il Colonna, ed il capitano Basile in panchina per solo onore di firma, il Colleferro trova strada più agevole e vince con merito, giocando meglio gli ultimi 15 minuti. Le assenze, comunque, non possono giustificare il rendimento generale fornito. Coach Dragone schiera Sileo, Lauri, Gori, Tshisol e Vallario, ma i castellani partono malissimo, segnando i primi punti dopo 5 minuti, quando il tabellone indica già 11-0. Poi, però, cominciano ad entrare in partita, chiudendo il 1° quarto sotto di 9 (18-9) ed il 1° tempo in parità (27-27), ribaltando il primo parziale. L’impressione è che l’intervallo sia venuto in soccorso dei padroni di casa. Nei primi minuti della ripresa regna l’equilibrio, ma poi sono gli ospiti che provano ad allungare e a metà 3° periodo sono avanti di 5 lunghezze (32-37). Il Colleferro sente la partita sfuggirgli ed aumenta l’intensità difensiva che porta a strappare possessi agli avversari e a concludere a canestro con veloci transizioni. Una difesa più aggressiva porta anche a commettere più falli, ma gli amaranto non ne sanno approfittare realizzando solo 9 dei 27 liberi assegnatili nell’intero incontro. Un parziale di 10 a zero cambia l’inerzia della partita e riporta i nero-arancio in testa (42-37), arginato temporaneamente da una tripla di Mazzoni (42-40). Quando inizia l’ultima frazione di gioco (43-40) le cose non cambiano. Gli amaranto sono lenti, fanno fatica a liberare chiaramente l’uomo al tiro, vanno in affanno mentale e il Colleferro riesce ad allungare fino a + 15 (59-44) a meno 3 minuti dal termine. Potrebbe diventare una disfatta. Coach Dragone cambia molto, riuscendo a trovare una minima reazione per limitare il passivo finale.

Sergio Basile

VAI ALLO SCOUT DELLA PARTITA 


Social

Comunicazioni

Per ordinare il Kit Abbigliamento Sportivo

cliccare sul logo