I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

LA NBC/SAM PAGA DAZIO

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/11-02-2016/nbcsam-paga-dazio-600.jpg

APDB ROMA 63
NOVA BASKET CIAMPINO/SAM 51: Gargano G. 25, Gabrielli 13, Bisecco 7;, Carella 2, Di Marco 2, Panzera 2. All. Litta, Dessì.
Parziali: 17-17, 20-11, 12-10, 14-13.
Il risultato penalizza più del dovuto ciò che i nostri ragazzi hanno messo in campo ma, stasera, la fisicità dell'APDB ha prevalso e fatto la vera differenza tra le due compagini. Eppure non era partito male l'incontro. Un primo quarto chiuso 17-17 ma che ci ha visto scappare via fino al 9-2, sfruttando gli spazi che la difesa ospite ci ha messo a disposizione e ad alcuni errori che siamo riusciti a forzare grazie ad un'attenta ed aggressiva difesa. Dopo questo iniziale minibreak, i nostri ragazzi hanno subito la rimonta dei locali, riuscendo ad arginare e a rispondere al ritorno della squadra romana. Il secondo quarto è stato quello che, in fin dei conti, ha deciso il risultato finale dove l'APDB, grazie ad un parziale di tempo chiuso 20-11, ha stretto maggiormente le maglie difensive chiudendo le vie di penetrazione e catturare numerosi rimbalzi difensivi che hanno trasformato in passaggi lunghi per una serie di contropiedi veloci e mortiferi. L'inizio del terzo quarto non è dei più promettenti e quando il distacco tra le due squadra arriva a +13 ecco che piazziamo un minibreak di 6-0 che costringe al time-out il coach avversario. Al rientro in campo i ragazzi dell'APDB ritrovano immediatamente la via del canestro grazie anche ai rimbalzi in attacco che gli permettono secondi e terzi tiri e qui, la differenza fisica sotto canestro, si è fatta sentire maggiormente tutta ad appannaggio dei locali. Iniziamo il quarto tempo sotto di 11 e ancora una volta ci riavviciniamo ai nostri avversari ma veniamo puntualmente ricacciati indietro. Allora tentiamo la carta della zona e riusciamo ad imbrigliare il loro attacco e mettere pressione inducendoli all'errore e produrre qualche buon contropiede ma non risulteranno sufficienti per riaprire definitivamente la partita. L'APDB non a caso occupa la seconda piazza in classifica ma la partita ha dimostrato che i nostri ragazzi possono giocare alla pari anche con squadre meglio attrezzate.
Alla prossima.

 

Litta Luciano

 


Social