I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

TERZA PARTITA DEGLI UNDER 15

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/02-12-2015/terza-partita-under-600.jpg

PALL. PALESTRINA 70
NOVA BASKET CIAMPINO 35: Bognanno 2, Bonomo 4, Carnevali 2, Carrante 2, Corsaro 5, Gabrielli 2, Gargano G. 9, Guidotti, Mauro, Moretti, Varisco 7. All. Dessì
Terza partita ed altrettante sconfitte per gli U15. Anche se i punteggi ed i relativi risultati sono impietosi, non si può non trovare aspetti positivi. Anzitutto gli avversari. Una squadra compatta, ben messa fisicamente e con molta classe tra le fila. A sorpresa si schiera per 40 minuti a zona e zone press. Altrettanto sorprendente la reazione composta ed ordinata dei nostri ragazzi. Soprattutto contro la zone press, che, dopo un provvidenziale time out di coach Dessì, viene sistematicamente superata, trovando soprannumero in attacco e creando nel primo quarto non pochi problemi ai prenestini. Tanto che dal successivo quarto non viene più riproposta. Poi l’assenza per motivi di studio di Di curzio, elemento determinante per fisico e presenza in campo, autore sin qui di una decina di punti a partita e ben sappiamo cosa vuol dire questo per i nostri. Positivo l’approccio alla partita di Gargano e Bognanno. Per quest’ultimo la speranza è che non si tratti di un fuoco di paglia, ma che ci sia continuità nella capacità di approcciare sin da subito con ferocia agonistica le prossime partite. L’andamento del match è costante con i padroni di casa che vincono ogni quarto con break di una decina di punti. Da cancellare sicuramente l’atteggiamento dimesso e perdente nell’ultimo quarto da parte di elementi che invece devono costantemente dare il buon esempio. E’ ovvio che l’obiettivo di questo campionato non sia la vittoria, ma soprattutto la capacità costante di capire e superare le difficoltà di avversari già pronti a questo livello. Per questo fare gruppo, concentrazione e non mollare mai diventano determinanti per colmare il gap  Per tornare alla partita, sinteticamente, ottimo allenamento contro la zona. Aspettiamo avversari di caratura più bassa ed il “risveglio” di qualche altro elemento.

Dario Dessì 


Social

Comunicazioni