I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

PARLA COACH LITTA

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/29-11-2015/parla-coach-litta-600.jpg

Mancano solo poche ore all’esordio dell’Under 14 della Nova Basket Ciampino nel campionato regionale di categoria. Come abbiamo già illustrato in settimana, la squadra Under 14 è il frutto di una collaborazione della società amaranto con il PGS S. Anna Morena ASD ed ha alla guida Luciano Litta, della suddetta società appunto, coadiuvato da Dario Dessì, già Direttore tecnico della Nova. Aspettando il debutto, abbiamo rivolto al coach qualche domanda:
Buongiorno coach, siamo alla vigilia dell’avvio del campionato Under 14, la tua squadra. E’ bello vedere tanti ragazzini appassionati di questo sport. Cosa ne pensi?
E’ proprio come tu hai detto, è molto bello vedere così tanti giovani mostrare entusiasmo e partecipazione per questo sport, meno pubblicizzato rispetto ad altri, ma che sta riscuotendo un interesse sempre più vasto. Uno sport che ha le sue intrinseche difficoltà, perché non si può praticare ovunque, come ad esempio il calcio, ma che ha bisogno di strutture e spazi specifici per essere giocato. Pertanto vedere un così folto numero di ragazzi partecipare assiduamente agli allenamenti, con le loro aspettative, con la loro voglia di emulare i grandi campioni dell'NBA, non può che far piacere.
L’età adolescenziale è assai difficile, molti ragazzi dapprima spinti dai propri genitori, poi abbandonano lo sport. Qual è la ricetta per farli continuare?
Non penso ci sia una vera e propria ricetta per far si che i ragazzi non interrompano l'attività sportiva. Ci sono molti fattori che incidono sulle scelte di ogni individuo che passano dalla famiglia, alla scuola, alle amicizie e agli affetti. Il nostro compito è cercare di far capire ai ragazzi che praticare uno sport è salute, è sfogo, è gioia nel condividere il proprio tempo con i compagni di squadra, è confronto su tanti argomenti, sia essi sportivi, scolastici che di vita di tutti i giorni, un ritaglio di tempo che si dedicano per fare un'attività piacevole. E' forse questo il fine ultimo del nostro ruolo dentro un campo di basket nei confronti di questi ragazzi, oltre ad insegnare con le nostre esperienze e conoscenze, gli aspetti più tecnici di questo sport. Abbiamo il dovere di stimolarli, di far capire quanto è importante lo sport nella loro crescita caratteriale e fisica, fattori che li accompagneranno anche in età adulta.
Con il torneo Under 14 i ragazzi affrontano la loro prima vera esperienza agonistica, cosa cambia e come si gestisce?
Le partite, il campionato, sono situazioni di confronto dove si mettono in evidenza pregi e difetti dei singoli, della squadra e soprattutto del nostro lavoro svolto in palestra. La cosa più difficile sarà gestire la loro smania di giocare, di entrare in campo e realizzare canestro. Noi dovremo essere bravi a gestire tutto ciò, nonché la loro euforia in caso di vittoria o la loro delusione in caso di sconfitta, mettendo sempre avanti a tutto il rispetto; rispetto verso i compagni, gli avversari, l'arbitro e chi assiste alle partite. Il tutto però deve passare per quella che è la base di ogni discorso in merito, ovvero che questo rimane sempre un gioco, preso un pò più seriamente, ma pur sempre un gioco.
Rimanendo sul piano agonistico, ci sono molte aspettative su questo tuo gruppo, soprattutto future, come vedi i tuoi ragazzi?
Il gruppo è ben strutturato e di interessanti prospettive. E' la risultante di due gruppi che, allenamento dopo allenamento, si stanno amalgamando e conoscendo sempre di più. E' in un percorso di crescita generale, dove c'è chi è più avanti tecnicamente e fisicamente rispetto ad altri, ma tutti hanno una determinazione, una voglia d’imparare ed una foga agonistica che fanno ben sperare in ottica futura.
Cosa a fine anno ti farebbe dire “Obiettivo raggiunto”?
Allacciandomi proprio alla precedente risposta, l'obiettivo sarà quello di vedere a fine stagione i ragazzi migliorati tecnicamente e tatticamente, vederli parte integrante e importante di questa squadra e di questo progetto, magari accompagnato da un campionato giocato da protagonisti.
Finalmente siamo alle porte del nostro esordio nel campionato U14, momento di confronto con altre squadre, per misurare quanto di buono fatto finora e quanto ancora c'è da lavorare per migliorarci tutti insieme. Non per niente il nostro urlo in campo è: "1, 2, 3...INSIEME!".
Buona stagione sportiva a tutti!!!!!!!

Grazie coach e buon lavoro.


Social

Comunicazioni

Per ordinare il Kit Abbigliamento Sportivo

cliccare sul logo