I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

LA NOVA C'E'!!!

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/18-10-2015/nova-600.jpg

Nova Basket Ciampino 75: Sileo 4, Calvani, Giachè 12, Sciaudone 17, Basile 6, Martucci 6, Migani, Lauri 4, Pichini, Tsishol 6, Mazzoni 10, Gori 10, all. Dragone, a.to all. Fantini

ROMA NORD 2012 82: Corda 6, Ambrosi L. 12, Ambrosi M. 9, Testa 2, Caretta 11, Tiddi 2, De Mattia 9, Monda 10, Iannucci 11, Zarfati 10. All. Todisco. a.to all. Vitali

La rappresentativa di serie D della Nova Basket Ciampino perde il primo incontro casalingo stagionale, ma esce a testa alta e tra gli applausi del pubblico amico. I pronostici della vigilia erano tutti a favore degli ospiti di Roma Nord 2012, indicata dagli addetti ai lavori come una delle pretendenti alla promozione finale, ma i romani hanno dovuto faticare molto più del previsto, ricorrendo ad un tempo supplementare per aver ragione degli amaranto. Buono l’afflusso di pubblico, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, che ha riempito quasi interamente il Palatarquini e, soprattutto, ha calorosamente ricambiato l’impegno ed il gioco dei propri beniamini, sostenendoli ed incitandoli fino al termine. Era una contesa che, abbiamo detto in presentazione della partita, necessitava di una prova con la “P” maiuscola, e così è stato per quasi tutto l’incontro. A parte l’impegno profuso, a sprazzi abbiamo visto una Nova divertente, in grado d’imporre, ai più quotati avversari, il proprio gioco, veloce e corale. Ed è stato proprio quando la squadra ha giocato in velocità e coralmente, con pazienza, cercando l’uomo meglio posizionato al tiro, che i padroni di casa hanno dapprima preso il sopravvento nell’avvio di partita e poi recuperato lo svantaggio, giocandosi punto a punto l’ultimo quarto. Certo, contenti per la prestazione, rimane comunque l’amaro in bocca per una vittoria che a 19 secondi dalla fine del tempo regolamentare, sul punteggio di 71 pari, con il bonus e palla in mano, sembrava proprio lì, solo in attesa di essere colta. Ma non vogliamo colpevolizzare niente e nessuno. Quello citato infatti è solo un episodio, come i tanti tiri liberi sbagliati o l’infortunio di Martucci, quando eravamo solo all’inizio del terzo quarto, e così via. Quello che è importante è che di questa partita rimanga la soddisfazione di una gara disputata con orgoglio e a buon livello, nonostante le note difficoltà logistiche, e la convinzione che la Nova Basket c’è e può dire la sua anche in serie D.

Scout della partita

Per la cronaca dettagliata della partita ci affidiamo alla penna di basketincontro:

"Seconda vittoria in altrettante partite per la quotata Roma Nord 2012 ma ci è voluto un supplementare per espugnare il palazzetto della neopromossa Nova Basket Ciampino, che si conferma una squadra di buon livello ma paga nel finale l'inesperienza, dalla parte opposta la truppa di Todisco comunque si dimostra una delle squadre più attrezzate del girone anche sul piano tattico e su quello caratteriale

Due triple in fila del biancoverde Monda aprono il match ma i padroni di casa reagiscono immediatamente grazie alla vena di Gori, che tira fuori uno splendido lancio per Sciaudone, e accenni di zone-press e zona 2-3. Gli ospiti però attaccano bene affidandosi all'esperienza in vernice di Tiddi e il punteggio è alto in avvio, con un botta e risposta da oltre l'arco tra Martucci e Marco Ambrosi che incrementa ulteriormente il parziale (9-13 dopo 4'), poi gli amaranto accelerano. Scatenato ancora Gori e Lauri in contropiede firma il suo primo canestro e sorpasso costringendo Todisco al time-out, i suoi ora fanno più fatica contro il pressing e hanno abbassato le percentuali da 3, dalla parte opposta invece il neoentrato Mazzoni mette una bomba che scalda il PalaTarquini. I ritmi si rallentano negli ultimi 2' ma Ciampino allunga fino al +8 (24-16) penetrando troppo facilmente nella difesa avversaria con Giachè e Basile, mentre dalla parte opposta Luca Ambrosi prova a dare la scossa. 

Dragone mantiene la 2-3 nella seconda frazione che rallenta i ritmi e lo spettacolo non ne beneficia più come nel quarto precedente, buono l'impatto di Iannucci tra i romani che si avvicinano ad un possesso di distanza ma Martucci sblocca lo score amaranto dopo oltre 3' e i padroni di casa si riprendono l'inerzia. Il colored Thsisol segna tra gli applausi del pubblico locale, Roma Nord invece non attacca un granchè la zona anche se si è riassestata in difesa e fa scattare presto il bonus avversario. I padroni di casa però hanno un'altra fiammata con Basile che ruba due palloni sul pressing e manda entrambe le volte a referto Sciaudone, allungando il vantaggio fino alla doppia cifra (35-24), prima di un'altra bella reazione ospite portata dall'ottimo impatto di Zarfati e da una tripla del rientrante Marco Ambrosi. Dragone allora è costretto al time-out ma gli ospiti ormai sono lì, due liberi e una bomba dello scatenato Zarfati firmano il sorpasso e fissano il parziale biancoverde di 13-0 nell'ultimo minuto del primo tempo, evidenziando allo stesso tempo un calo fisico della truppa amaranto. 

Zona ancora nella ripresa per la Nova Basket ma il Roma Nord tiene l'inerzia dalla sua parte mostrando la tranquillità da grande squadra, oltre ad una più alta intensità difensiva e il break aumenta fino al 19-0 (35-43) con due canestri di Luca Ambrosi. Dragone tra l'altro deve fare i conti con il forfait di Martucci causa una distorsione alla caviglia e torna a uomo, ordinando ancora la zone-press che fa risalire i suoi anche se i due Ambrosi non sono dello stesso parere e il distacco resta sui due pieni possessi. Sugli scudi in questa fase tra gli amaranto Sciaudone che però non basta a ricucire lo strappo, i romani sembrano avere anche più ossigeno e lucidità e vanno avanti in doppia cifra dalla lunetta (44-54), prima che una bomba di Mazzoni non rianimi il PalaTarquini a 2' dall'ultimo intervallo. Ciampino prova generosamente a ricucire lo strappo con la velocità di Giachè nonostante il quarto fallo di Gori, il numero 7 di casa segna dalla lunetta e s'inventa una penetrazione che riporta i suoi ad un solo possesso alla penultima sirena. 

Nell'ultimo quarto Dragone torna alla 2-3 (Todisco 40' a uomo) e i suoi tornano a mettere la testa avanti con il solito Giachè e Tshisol, ora i padroni di casa sembrano avere un altro ritmo con Sileo e Mazzoni a segno anche se commettono troppi falli e incappano nel bonus dopo soli 3'. Roma Nord quindi segna spesso dalla lunetta ma subisce troppe ripartenze degli avversari che ora schierano un quintetto piuttosto giovane, ma Caretta con 5 punti in fila di ottima fattura firma il nuovo controsorpasso (65-66), poco prima del quinto fallo di Giachè. Sembra una mazzata per Ciampino ma la partita è tutt'altro che chiusa, gli ospiti tengono la testa avanti ma non riescono ad allungare malgrado qualche extrapossesso e ancora Caretta, che però regala il pareggio (70-70) in contropiede a Sciaudone e poi commette infrazione di passi sulla ripartenza. Mancano solo 2' sul tabellone e orala palla pesa, Basile si butta dentro e conquista due liberi trasformandone uno, poi Gori appena rientrato va a commettere il suo quinto fallo e De Mattia pareggia con un libero. Dopo un possesso a salve a testa, la palla è di nuovo ai padroni di casa, Giachè però la perde e fa fallo sul contropiede avversario, mandando in lunetta Luca Ambrosi a 19” dalla fine. Il numero 7 biancoverde però sbaglia entrambi i liberi, allora i padroni di casa hanno il successo della vittoria sugli sviluppi del quale però Sciaudone sbaglia l'avvicinamento e prolunga il verdetto all'overtime. 

Luca Ambrosi si riscatta aprendo il supplementare con una tripla, poi i canestri arrivano col contagocce, tra i padroni di casa ancora in evidenza Sciaudone che però sbaglia due liberi importanti, i romani allora tengono un possesso di vantaggio con entrambe le squadre ormai esauste. Ciampino ha qualche possesso a disposizione per tornare a contatto ma li spreca e Corda segna una bomba dall'angolo pesantissima (75-80) dopo una bella circolazione a 1' dalla quinta sirena che chiude i giochi, ma il pubblico amaranto concede lo stesso applausi ai propri beniamini."


Social

Comunicazioni