I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

NON SOLO BASKET

http://www.novabasketciampino.it/immagini_articoli/02-10-2015/solo-basket-600.jpg

Nella sua ultra trentennale storia, la Nova Basket Ciampino ha sempre posto tra i suoi obiettivi prioritari l’interesse ed il bene della collettività cittadina, cercando di rispondere alle sue esigenze e contribuendo, insieme alle altre realtà istituzionali e non, alla formazione dei nostri ragazzi. Offrendo dello svago e divertimento, ma anche insegnandoli a lavorare in gruppo, a relazionarsi con i compagni, ad apprezzare la necessaria disciplina, ad avere rispetto per gli avversari, a vincere e ad accettare la sconfitta, ad alimentare l’autostima e così via, si potrebbe continuare per ore. In una recente intervista, infatti, il Presidente della Nova ha ricordato che “La nostra attività non deve essere guardata confinata nel campo di gioco e finalizzata ai risultati agonistici, essa va ben oltre, è un fatto sociale e culturale.”. In linea con questo, la Nova Basket ha di recente aderito al progetto “Sblocchi di partenza” promosso dalla Regione Lazio e proposto attraverso il Comune di Albano, in qualità di Comune Capofila dell’ambito territoriale ASL RMH, di cui notoriamente il comune di Ciampino fa parte come Distretto socio assistenziale RMH3. Il progetto è finalizzato all’inclusione sociale, attraverso la pratica sportiva, di ragazzi e ragazze di età compresa tra gli 11 ed i 19 anni, provenienti da famiglie in condizione di grave disagio economico e sociale, con uno od entrambi i genitori disoccupati o inoccupati, prese in carico dai servizi sociali. Nella richiesta di adesione, la Nova si è proposta di accogliere 6 ragazzi, preferibilmente di età compresa tra gli 11 e i 13 anni, da inserire completamente nelle squadre delle relative categorie. I ragazzi, quindi, si alleneranno con i loro coetanei 3 volte alla settimana, avranno il corredo amaranto, comprensivo di borsone e scarpe, e, se selezionati dal proprio allenatore, parteciperanno alle gare agonistiche dei campionati di categoria. Durante un allenamento a settimana, a supporto dell’inserimento e dell’integrazione dei ragazzi nella squadra, sarà presente un tutor, con formazione psicologica, che collaborerà con l’allenatore ed il resto della Società. Iniziativa sicuramente lodevole da parte della Regione Lazio che evidenzia ancora una volta l’importanza dello sport come attività formativa a tutto tondo e delle Società sportive come elementi qualificanti del tessuto sociale.


Social